29/06/2003 - Vogalonga

La barca prima di partire viene ancora una volta riparata perchč le falle si riaprono e l'acqua entra, ma un po' ne rimane sempre e noi ragazzi ormai la definiamo scherzosamente "il relitto". Ne ha passate tante, ma ancora ci permette di fare egregiamente la Vogalonga, infatti arriviamo con i gruppi di testa all'arrivo. A metą percorso riceviamo il rifornimento di bottigliette d'acqua e lattine dall'organizzazione, peccato che la ricezione non avviene sempre normalmente con le mani, ma di testa e spalle: la fatica si farą sentire!? Comunque rifocillati riprendiamo per il gran finale. Ad aspettarci al rientro a Venezia troviamo l'Assessore Accossato, pił in lą, all'imbocco del canal grande i ragazzi scesi dalle biciclette ci accolgono pił festosi che mai fino ad arrivare in piazza San Marco. Il progetto č riuscito: il messaggio olimpico ha attraversato tutte le province del Po arrivando fino a Venezia, in pił ha percorso tutto il tratto della Vogalonga accompagnati da barche di tutte le nazioni del mondo.